Miglior Portabici per Auto: Guida all’acquisto

Un portabici per auto è un accessorio indispensabile sia per un ciclista professionale che per una persona che ama fare giri divertenti in bicicletta con amici o famiglia.

Questo accessorio ti permette infatti di esplorare nuovi posti e percorsi che distano dalla tua abitazione e che per essere raggiunti necessitano per forza l’uso dell’auto, non sarai più limitato a circolare solo nelle zone limitrofe del tuo paese e potrai avventurarti in qualsiasi posto raggiungibile in auto.

Per fortuna in commercio esiste una vasta gamma di portabiciclette compatibili con praticamente tutti i modelli di auto. In questo articolo andremo a vedere quali sono i migliori portabici per auto, i quali sono stati scelti analizzando le caratteristiche indispensabili che deve avere un portabiciclette per essere efficiente e di facile utilizzo.

In commercio esistono diversi tipi di portabiciclette in base a dove andranno posizionati sul veicolo. In linea generale si possono dividere nelle seguenti tipologie di portabici:

  • Portabici posteriore
  • Portabici da tetto
  • Portabici a gancio traino

Andiamo adesso a vederli nel dettaglio analizzando i pregi e i difetti per ognuna di queste tipologie.

Portabici posteriore

portabici posteriore
Il montaggio di un portabici posteriore si effettua in corrispondenza del portellone posteriore dove viene fissato con appositi ganci e ancoraggi già predisposti sull’accessorio. Il portabici posteriore è la tipologia più economica tra tutte quelle che ci sono in commercio e che quindi vedremo in questo articolo.

L’utilizzo di questo accessorio risulta molto comodo siccome la procedura di carico e scarico delle biciclette viene effettuata in maniera semplice grazie al fatto che quest’ultime sono posizionate ad altezza uomo e quindi comodamente raggiungibili. Quando non si necessita del suo utilizzo si può richiudere in modo da ridurne l’ingombro.

Ci sono però alcuni aspetti negativi che è opportuno far presente. Il montaggio di questo portabiciclette implica un aumento della lunghezza totale del veicolo che comporta l’obbligo dell’applicazione dell’apposito cartello “carichi sporgenti” e può inoltre ostruire la visuale in fase di manovra.

Una volta montato il portabici è necessario smontarlo in caso si desiderasse aprire il baule per caricare o scaricare oggetti presenti nel veicolo.

Vediamo di seguito quali sono i portabici posteriori che consigliamo di acquistare puntando su marchi affidabili come Thule, Peruzzo e altre marche conosciute.

1. Portabici posteriore Peruzzo PE 382 Verona

Ottimo portabiciclette universale, permette il trasporto di tutti i modelli di bicicletta ed e’ perfetto per maggior parte delle auto presenti sul mercato. Il carico massimo è di tre biciclette. Il portabici per auto si presenta solido e molto semplice da utilizzare,  la struttura pieghevole permette di ridurre l’ingombro al minimo una volta che il portabici viene chiuso.

  • Struttura pieghevole
  • Cinghie a tenuta extra (testati per uno sforzo di 250 Kg ciascuna)
  • Sei ganci temprati (testati per uno sforzo di 350 Kg ciascuno)
  • Fibbie in acciaio
  • Numero massimo di bici: 3
  • Carico massimo per bici (kg): 15
In Offerta
Peruzzo PE 382 Verona Portabici Posteriore, Acciaio, 3...
  • Portabiciclette universale, porta tutti i modelli...
  • Doppia cinghia superiore, punto soggetto a...

2. Portabici posteriore Peruzzo 378/3 Padova

Un’altro ottimo modello di portabici posteriore è il Peruzzo 378/3 che permette anch’esso un carico massimo di tre biciclette con n massimo di 15 Kg per bicicletta. Il prezzo più elevato rispetto al modello precedente è giustificato dalla presenza di un doppio sistema di fissaggio delle biciclette che, nello specifico, avviene sia attraverso le ruote che attraverso il telaio.

  • Doppia cinghia superiore (punto soggetto a maggiore sollecitazione)
  • 6 cinghie a tenuta extra (testati per uno sforzo di 250 Kg ciascuna)
  • 6 ganci temprati (testati per uno sforzo di 350 Kg ciascuno)
  • Numero massimo di bici: 3
  • Carico massimo per bici (kg): 15
Peruzzo 378/3 Portabici Posteriore, Padova, Acciaio, 3...
  • Portabiciclette universale con binari per appoggio...
  • Doppia cinghia superiore

3. Portabici posteriore Mottez A025PMON

Ottimo prodotto dalla fattura eccellente. Una volta montato e regolato diventa un tutt’uno con la macchina ed i supporti in gomma di cui è dotato garantiscono alla bici evitano che il telaio possa graffiarsi.

  • Carico massimo per bici (kg): 15
  • Numero massimo di bici: 3
  • Adatto per tutte le comuni biciclette (escursioni, da corsa, MBX, MTB, ecc.)
  • Cinghie per fissare delle ruote incluse
In Offerta
Mottez A025PMON - Portabicicletas con correas (24,13...
  • Titolare và los portellone Mottez A025PMON per 3...

Portabici da tetto

portabici da tetto
Come prima cosa, per montare un portabici da tetto bisogna essere in possesso delle barre da tetto sulle quali varrà istallato.

Il funzionamento di questo portabiciclette è molto semplice e consiste sostanzialmente nel fissaggio delle ruote in un apposito incastro con l’aggiunta di braccio che verrà poi ancorato al telaio della bicicletta.

Questo accessorio è tra tutti il meno invasivo dato che una volta che viene istallato ci si può dimenticare della sua presenza siccome non ostruisce nessuna parte del veicolo, in particolar modo il portellone posteriore.
A differenza del modello che abbiamo visto in precedenza, non necessita di cartelli di segnalazione per carichi sporgenti e non ostruisce in alcun modo la visuale in fase di manovra.

Bisogna tenere a mente però che l’altezza del veicolo è notevolmente aumentata e che quindi bisogna fare molta attenzione quando si sta per transitare in un sottopassaggio o in parcheggi che presentano le transenne all’ingresso per il limite di altezza dei veicoli.

Il carico e lo scarico delle biciclette risulta abbastanza scomodo rispetto al modello posteriore siccome le biciclette non sono a portata di mano e ad altezza d’uomo.

Migliori portabici da tetto

 

Portabici gancio traino

portabici gancio traino

Il portabici a gancio traino, come dice il nome, richiede il gancio traino della tua auto (il quale necessita omologazione) per essere agganciato.

La struttura di questo portabiciclette permette un fissaggio saldo delle bici sui tubolari orizzontali e dell’eventuale pedana di appoggio. Alcuni modelli possono essere utilizzati per trasportare fino a 4 biciclette e addirittura altro tipo di materiale.

La posizione sul retro, ad altezza d’uomo, permette di caricare e scaricare le biciclette con la massima comodità. Come rovescio della medaglia però può risultare fastidioso dato che disturba la visuale e aumenta le dimensioni del veicolo in lunghezza e inoltre per essere utilizzato non è sufficiente aggiungere l’apposito degnale di carico sporgente ma è necessario invece replicare le targa e l’illuminazione.

Migliori portabici gancio traino

Come aumentare la vita di un portabici per auto

Se stai per acquistare o hai già provveduto al montaggio del portabici sulla tua auto, ci sono alcuni accorgimenti da seguire per poter aumentare la durata di vita del portabiciclette. Vediamo di seguito quali sono:

  • Resistenza alla ruggine: Come probabilmente ben sai, la ruggine è la nemica numero uno per quanti riguarda i particolari in ferro che sono esposti ad agenti atmosferici e che si bagnano spesso.
    Per questo motivo ti consigliamo di accertarti che l’accessorio che stai per acquistare sia costituito da particolari in acciaio zincato, il quale non subisce la ruggine. Questo accorgimento non è da sottovalutare soprattutto nei prodotti molto economici e di bassa fascia.
  • Tenerlo al protetto quando non si usa: Smontare il portabiciclette quando non si necessita di utilizzarlo è un’azione molto consigliata nonostante sia una procedura fastidiosa. Smontarlo dal veicolo e riporlo in un luogo protetto da agenti atmosferici come pioggia o sole aumenterà sicuramente in maniera non indifferente la vita del portabiciclette.
  • Prestare attenzione al carico massimo: ogni modello di portabici è studiato per sopportare un carico massimo sia di numero di biciclette che di peso effettivo. Oltrepassare il limite di peso consigliato potrebbe causare danni a particolari abbastanza “sensibili” del portabiciclette, come componenti in plastica o in alluminio.

Come montare un portabici per auto

Il portabici per auto che potrebbe risultare più fastidioso da montare è quello posteriore. Questa tipologia di portabiciclette permette, nella maggior parte dei casi, di trasportare fino a tre bici ed è caratterizzato da un telaio progettato per essere ancorato sul portellone posteriore dell’auto tramite delle apposite cinghie munite di un supporto ad uncino sull’estremità.
Una volta fissato il portabici sull’auto, sarà possibile posizionare le biciclette facendo attenzione ad inserire le ruote lungo le apposite guide per poi fissare il telaio della bicicletta con le apposite cinghie già montate sull’accessorio.

In linea generale tutti i portabici posteriori vengono fissati nello stesso modo, cioè tramite cinghie dotate di uncino ma alcuni dettagli possono variare in base al modello in cui si è in possesso. Per questo motivo il consiglio migliore che possiamo dare è quello di seguire punto per punto le istruzioni che vengono fornite assieme all’accessorio.

Ricordatevi che prima di mettersi in viaggio è fondamentale assicurarsi che le biciclette siano agganciate in maniera salda e stabile. Durante la strada ricordatevi di prestare molta attenzione in caso la carreggiata dovesse essere dissestata o presentasse buche. Ricordatevi inoltre di fare molta attenzione in prossimità di dossi..

Cosa ne pensano i lettori:
[Total: 2]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.