Dispositivo Anti-Abbandono: Migliori modelli e Prezzi

Stai cercando il migliore dispositivo anti abbandono? allora sei nel posto giusto, infatti ti consiglio di optare per uno dei modelli che troverai nella mia guida all’acquisto.

Se hai un bambino di età inferiore ai 4 anni, un dispositivo anti abbandono è un accessorio che non può mancare nella tua auto. A partire dal 1 ottobre 2018, infatti, la legge n. 117 (nota anche come “Legge Salvabebè”) stabilisce che l’installazione di un sistema anti abbandono è obbligatoria su qualsiasi veicolo su cui viaggino bambini tra gli 0 e i 4 anni di età. Le trasgressioni sono punite con multe salate per la prima notifica, mentre le recidive possono portare a una sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

In effetti, queste misure non sembrano eccessive se pensiamo ai rischi che può correre un bambino piccolo dimenticato in auto. Ipotermia, ipertermia e disidratazione – tutte criticità che possono manifestarsi già nella prima ora – possono portare facilmente il piccolo alla morte, come purtroppo si è verificato spesso negli ultimi due decenni.

E non è assolutamente questione di essere cattivi genitori: purtroppo, per quanto incredibile possa sembrare, è una cosa che può capitare a chiunque. Numerosi studi in psicologia hanno studiato questo fenomeno di amnesia, che scaturisce in ultima analisi dai ritmi frenetici delle nostre giornate. Ha anche un nome: blackout cognitivo. E se prevenirlo rallentando il ritmo non si può, esistono sistemi che ne possono limitare i rischi. Il dispositivo antiabbandono è precisamente uno di questi, che serve a garantire un tragitto sicuro ai piccoli passeggeri e ai genitori super impegnati.

In questa guida ti spiegherò in dettaglio come funzionano gli anti abbandono per auto, che caratteristiche hanno e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze.

Migliori Dispositivi Antiabbandono: Classifica aggiornata e Prezzi

#ImmagineModello/prezzo
1Foppapedretti Babyguard Dispositivo Antiabbandono, NeroFoppapedretti Babyguard
Prezzo: 39,99 €
Vedi su Amazon
2TIPPY PAD dispositivo anti abbandono, multicoloreTIPPY PAD
Prezzo: 27,99 €
Vedi su Amazon
3Bébé Confort e-Safety Dispositivo Anti Abbandono,...E-Safety Bebè Comfort
Prezzo: 27,05 €
Vedi su Amazon
4Chicco Bebècare Easy-Tech Dispositivo Anti Abbandono...Chicco Bebècare Easy-Tech
Prezzo: 19,90 €
Vedi su Amazon
5Dispositivo anti abbandono Steelmate Baby Bell |...Steelmate Baby Bell
Prezzo: 13,00 €
Vedi su Amazon
6Inglesina Ally Pad, Dispositivo Anti-Abbandono,...Inglesina Ally Pad
Prezzo: 70,08 €
Vedi su Amazon

A cosa serve un dispositivo anti abbandono?

In un mondo sempre più frenetico e distratto, una risorsa preziosa che possiamo avere a disposizione è un dispositivo anti-abbandono. Questo piccolo ma potente strumento svolge una funzione vitale nel proteggere ciò che più amiamo: i nostri figli.

Un dispositivo anti-abbandono, come suggerisce il nome, serve per evitare di dimenticare accidentalmente il bambino all’interno di un veicolo. Il suo ruolo cruciale è offrire una sicurezza aggiuntiva alle nostre vite spesso troppo occupate.

Nonostante i genitori facciano del loro meglio per garantire la sicurezza dei loro piccoli, a volte la stanchezza o la distrazione possono portare a momenti di dimenticanza. In casi estremi, questi momenti possono trasformarsi in tragedie se un bambino viene lasciato da solo in un’auto, soprattutto in condizioni meteorologiche estreme. Ecco perché un dispositivo anti-abbandono è indispensabile.

Come funziona il sistema anti abbandono per auto

Devi sapere che il dispositivo anti abbandono non prevede un’omologazione, perché la legge n. 117 non la richiede. Tuttavia, essa oltre a prescriverne l’installazione ne definisce le caratteristiche, che ogni produttore deve dichiarare di rispettare fornendo all’autorità competente una dichiarazione di conformità (che viene accuratamente verificata) per ogni modello messo in commercio.

In realtà, le caratteristiche nel decreto sono definite in modo abbastanza ampio. Secondo la legge, infatti, per “dispositivo antiabbandono” si intende un sistema elettronico in grado di segnalare con allarmi visivi e sonori la presenza del bambino a bordo quando la macchina viene chiusa e il conducente se ne allontana.

Il dispositivo anti-abbandono funziona in modo semplice ed efficace. Gli allarmi vengono attivati quando il sensore, che è da posizionare sul seggiolino secondo le istruzioni del produttore, rileva la presenza del piccolo passeggero. A quel punto il sistema di allarme, che può essere fisico o digitale, cioè funzionante tramite applicazione sullo smartphone, si attiva automaticamente avvisando il conducente o eventuali persone nelle vicinanze della presenza del bambino nella vettura.

Alcuni di questi dispositivi possono anche inviare notifiche di emergenza a numeri preselezionati se l’allarme non viene disattivato entro un determinato periodo di tempo. Questa funzione aggiuntiva assicura che qualcuno sia sempre a conoscenza della situazione, garantendo così la sicurezza del bambino.

Un dispositivo anti-abbandono non è solo un semplice gadget tecnologico. È un angelo custode silenzioso che sta sempre attento, proteggendo i nostri figli quando più ne hanno bisogno. È uno strumento che potrebbe salvare vite e prevenire tragedie, offrendo al contempo ai genitori una tranquillità impagabile. Non c’è prezzo per la sicurezza dei nostri figli, ed è per questo che ogni veicolo dovrebbe essere equipaggiato con un dispositivo anti-abbandono.

Cosa succede se non ho il dispositivo anti abbandono?

La normativa in vigore obbliga l’utilizzo dei dispositivi antiabbandono su tutti i veicoli che trasportano minori con un’età inferiore ai 4 anni. Tale normativa non ha valore in caso il bambino ha un’età pari o superiore ai 4 anni o quando il veicolo è immatricolato all’estero con conducente europeo o extraeuropeo. Infatti, in questi casi non sono previste sanzioni.

In Italia, la mancanza di un dispositivo antiabbandono in caso di bambino con un’età inferiore ai 4 anni comporta una serie di sanzioni. Nel dettaglio, l’articolo 172 del Codice della Strada prevede:

  1. Una multa che può variare da 81 a 333 euro;
  2. La decurtazione di 5 punti dalla patente;
  3. In caso di recidiva nell’arco di meno di due anni, si rischia la sospensione della patente di guida da 15 giorni a 2 mesi.

È importante notare che il conducente del veicolo è considerato responsabile della presenza e del corretto funzionamento del dispositivo antiabbandono, indipendentemente dal fatto che sia il genitore o il tutore del bambino.

Caratteristiche del dispositivo anti abbandono

Entrando più nello specifico, l’articolo 3 della Legge Salvabebè prevede che il dispositivo anti abbandono può essere di tre tipologie:

  • Integrato all’origine nel seggiolino auto;
  • Dotazione base/accessorio del veicolo (compreso nel fascicolo di omologazione della vettura);
  • Indipendente sia dal sistema di ritenuta che dal veicolo.

Per quanto avrebbe senso fosse integrato nei seggiolini auto omologati per i bambini fino a 4 anni di età, questa è una caratteristica piuttosto rara. Solo i migliori modelli di fascia medio-alta tendono ad avere un proprio sistema anti abbandono integrato. Inoltre, molto rari sono anche i veicoli con questa dotazione di serie: a vantarlo sono generalmente i modelli preferiti dalle famiglie. Di conseguenza, la tipologia più diffusa è la terza, ossia il sensore anti abbandono indipendente.

Dal punto di vista funzionale, la legge n. 117 prevede che il dispositivo anti abbandono debba:

  • Essere costituito di sensori e sistemi di allarme che non interferiscano con i sistemi di ritenuta e con la conformità del seggiolino, la cui omologazione non deve risultare inficiata dall’installazione del sistema anti abbandono;
  • Segnalare al conducente e a terzi l’abbandono di un bambino di età inferiore ai 4 anni nel veicolo per mezzo di segnali di allarme;
  • Essere in grado di attivarsi automaticamente, dando altresì un segnale di conferma di attivazione;
  • Essere in grado di attirare tempestivamente l’attenzione del conducente tramite segnali visivi, acustici e aptici quando si attiva;
  • Poter attivare un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate di emergenza per mezzo di reti wireless;
  • Segnalare bassi livelli di carica rimanente, qualora il dispositivo sia alimentato a batteria.

Migliori Dispositivi Anti Abbandono [Recensioni]

1. FOPPAPEDRETTI BABYGUARD Sistema anti abbandono

  • sensore di pressione da piazzare sulla seduta
  • 30 x 24 x 1 cm, 176,37 g
  • app Babyguard gratuita per iOS e Android
  • con servizio di geolocalizzazione
  • batterie sostituibili (4 anni durata)

Se cerchi un dispositivo anti abbandono sicuro, con dichiarazione di conformità a norma e made in Italy, il Babyguard di Foppapedretti è quello che ci vuole per te.

Piccolo e discreto, si piazza sulla seduta e non si fa notare a livello di confort, ma è una garanzia di sicurezza. I sensori di pressione, infatti, sono precisi e affidabili e la batteria che li alimenta ha la durata di ben 4 anni con un utilizzo medio di 2 ore al giorno. Se si scarica, però, non è un problema, perché si può sostituirla molto facilmente.

Questo sistema anti abbandono funziona con una app dedicata gratuita, che è disponibile sia per iOS sia per Android ed è in costante aggiornamento. Per utilizzarla devi registrarti e associare il dispositivo antiabbandono al tuo smartphone tramite bluetooth, salvando poi i contatti da allertare in caso di emergenza. Questi saranno contattati qualora tu non disattivi dall’app l’allarme di primo livello, che ti manda una notifica sul cellulare se i sensori registrano la presenza del bambino a bordo del seggiolino quando tu ti allontani dal veicolo. Hai il telefono in modalità silenziosa? Nessun problema: l’applicazione di questo dispositivo anti abbandono è pensata per aggirare la limitazione in quanto collegata a un dispositivo di sicurezza, quindi l’avviso sonoro ci sarà comunque.

Insomma, stiamo parlando di un anti abbandono per auto davvero sicuro e performante, che ti permette di essere in regola e soprattutto viaggiare in tranquillità con il tuo bambino.

Foppapedretti Babyguard Dispositivo Antiabbandono, Nero
  • Sistema antiabbandono con sensori integrati che, se posizionato sul seggiolino...
  • Iniziare ad usare Babyguard Foppapedretti è facile e veloce; servono solo un...
  • I sensori di pressione connessi ad un'app installata sullo smartphone, rilevano...

2. TIPPY PAD anti abbandono per auto

  • sensore di pressione da piazzare sulla seduta
  • 31 x 20,9 x 1,3 cm, 180 g
  • collegamento via bluetooth
  • app gratuita disponibile per iOS (10.0 e successive) e Android (5.0 e successive)
  • allarme sonoro e visivo
  • 2 sms a numeri di emergenza con geolocalizzazione
  • durata batteria 4 anni, monitorabile con app

Un altro valido sensore anti abbandono è questo, che si piazza sempre sulla seduta ed è sottile, morbido e realizzato in tessuto idrorepellente.

Come nel caso precedente, questo dispositivo anti abbandono si collega al cellulare tramite connessione bluetooth e si utilizza tramite applicazione dedicata disponibile sia per iOS sia per Android. Questa applicazione, in particolare, permette di monitorare la presenza del bambino e lo stato della batteria del sistema anti-abbandono (della durata media di 4 anni), notificando all’utente quando è il momento di cambiarle.

Anche in questo caso l’utente deve registrarsi sull’app e inserire il proprio numero e altri due contatti di emergenza. Qualora il bambino resti a bordo del veicolo quando il conducente si allontana, il dispositivo anti abbandono invia un primo allarme sonoro e visivo al cellulare tramite l’applicazione. Se questo non viene disattivato dall’utente entro 40 secondi, un secondo allarme viene inviato via sms ai 2 contatti di emergenza: in questo sms sono contenute le informazioni per localizzare il veicolo e intervenire, prevenendo una situazione di pericolo per il bambino.

Un ultimo aspetto notevole di questo sistema anti abbandono è la sua resistenza. Nel 2019, infatti, è stato testato anche tramite crash test, risultando in grado di continuare a funzionare anche in caso di urto. Si tratta di un’eventualità cui non vorremmo mai pensare, ma che potrebbe presentarsi. In quel caso, avere a bordo un dispositivo efficace per aiutare a localizzare e soccorrere il piccolo passeggero e la sua famiglia potrebbe veramente fare la differenza.

In Offerta
TIPPY PAD dispositivo anti abbandono, multicolore
  • Sistema anti abbandono Conforme alla legge 122/2019 facilmente installabile sui...
  • Il cuscinetto, posizionato sul seggiolino, rileva la presenza del bambino...
  • Se l’adulto non torna indietro entro 40 secondi, partono in automatico 2 sms a...

3. E-Safety Bebè Comfort dispositivo antiabbandono

  • sensore da piazzare nella seduta
  • con rivestimento double-face sfoderabile e lavabile
  • 27 x 2 x 27,5 cm, 220 g
  • app gratuita e-Safety per iOS e Android
  • 4 dispositivi associabili
  • durata batteria prevista 4 anni

Tra i più recenti modelli di dispositivo anti abbandono c’è questo, che dispone di un rivestimento double face sfoderabile e lavabile a mano a 30 gradi. Magari ti sembrerà un dettaglio, ma questo rivestimento contribuisce al comfort del bambino, visto che il sensore anti abbandono va piazzato nella seduta ed è a contatto con il corpo.

Oltre alla comodità per il piccolo passeggero, del resto, questo dispositivo garantisce la sicurezza nel tragitto. Lo fa grazie a una applicazione dedicata, gratuita per iOS e Android, che può gestire fino a 4 dispositivi contemporaneamente.

Come nei casi precedenti, l’applicazione si collega allo smartphone tramite bluetooth e prevede una registrazione dell’utente, che inserisce 2 contatti di emergenza. Qualora il sensore rilevi il bambino a bordo quando il conducente si allontana, viene inviato tramite app sullo smartphone un allarme visivo e sonoro. Se questo non viene disattivato, anche in assenza di credito telefonico vengono inviati ai contatti di emergenza 2 sms con le coordinate per la geolocalizzazione e l’allarme bebè a bordo.

Rispetto a questo dispositivo, che è efficace e funziona bene, devo farti presente una piccola pecca: dall’applicazione non è possibile monitorare lo stato della batteria del sensore. Il produttore, tuttavia, dichiara una durata media di 4 anni di vita nella dichiarazione di conformità, in linea con gli standard degli altri dispositivi.

Bébé Confort e-Safety Dispositivo Anti Abbandono,...
  • Dispositivo anti abbandono seggiolino auto rileva la presenza del bambino e...
  • Il sensore antiabbandono dialoga attraverso l'applicazione E-safety gratuita per...
  • Nel caso in cui il genitore/tutore non risponda all’avviso, viene inoltrato un...

4. Chicco Bebècare Easy-Tech sistema anti abbandono

  • sensore da collegare ai sistemi di ritenuta
  • 16 x 11 x 2,5 cm, 60 g
  • app gratuita per iOS e Android
  • connessione automatica allo smartphone
  • 3 livelli di allarme, con geolocalizzazione
  • funziona anche in assenza di segnale
  • 15 sms di allarme gratuiti, poi pacchetti a pagamento

Se cerchi un dispositivo meno costoso dei precedenti e comunque tecnologicamente avanzato, questo sistema anti abbandono è tra i migliori che puoi trovare in commercio.

Si tratta di un sensore anti abbandono da collegare ai sistemi di ritenuta del seggiolino. Funziona tramite un’app dedicata, disponibile sia per iOS che per Android, cui ci si registra con una password creando un account famiglia cui possono accedere fino a 4 utenti. Anche in questo caso dovrai inserire dei contatti di emergenza.

Il funzionamento di questo dispositivo anti abbandono è un po’ più sofisticato di quello dei precedenti. Un primo punto a favore è che la connessione tramite bluetooth dopo il primo accoppiamento è automatica. Non importa, cioè, se non ti ricordi di attivarla quando entri in macchina: il dispositivo si connetterà da solo al tuo cellulare.

In secondo luogo, i tre livelli di allarme sono intelligenti, nel senso che sono in grado di registrare possibili eccezioni e funzionare di conseguenza. Per esempio, il dispositivo rileva l’assenza del conducente anche se il telefono è stato dimenticato in auto, ed è in grado di inviare un allarme anche in assenza di segnale.

Quanto ai livelli di allarme in sé, il primo prevede una notifica sullo smartphone. Il secondo, che si attiva a 3 minuti dal primo se questo non viene disattivato, consiste in una combinazione di allarmi visivi, sonori e aptici (vibrazione) sempre sullo smartphone del conducente. Il terzo, infine, che scatta dopo 40 secondi se il secondo è stato ignorato, prevede l’invia di 2 sms ai contatti di emergenza con le coordinate per la geolocalizzazione.

Ora, proprio sugli sms viene la piccola potenziale pecca del dispositivo. Questo sistema anti abbandono, infatti, garantisce 15 sms gratuiti come pacchetto base. Qualora questi vengano superati, però, è necessario acquistare dei pacchetti per l’ulteriore invio di sms di emergenza. Una cosa un po’ antipatica e potenzialmente rischiosa qualora si dia un’emergenza e tu abbia esaurito gli sms di allerta. Tuttavia, è un’eventualità che per esperienza posso dirti tutto sommato abbastanza remota.

In Offerta
Chicco Bebècare Easy-Tech Dispositivo Anti Abbandono...
  • DISPOSITIVO ANTI-ABBANDONO UNIVERSALE: Il dispositivo può essere utilizzato sia...
  • FACILA DA USARE: Basta agganciare il dispositivo anti abbandono alle cinture del...
  • CONFIGURAZIONE: Scaricate l'App gratuita Chicco Bebècare, create un "account...

5. Steelmate Baby Bell sensore anti abbandono

  • sensore da piazzare nella seduta
  • funziona con e senza smartphone
  • 10 x 10 x 3,2 cm, 120 g
  • app dedicata per iOS e Android
  • segnale acustico allo spegnimento del motore + conferma in app
  • messaggi a contatti di emergenza
  • monitoraggio posizionamento scorretto bambino
  • con display per monitoraggio

Cerchi un dispositivo anti abbandono che non sia così vincolato alla presenza dello smartphone? Difficile ma non impossibile: questo modello, per esempio, potrebbe fare al caso tuo.

Prima ancora che con lo smartphone, infatti, questo dispositivo si connette al quadro elettrico dell’auto. Così, quando spegni il motore, il dispositivo anti abbandono emette un avviso sonoro che ti ricorda di prendere il bambino dal seggiolino. Inoltre, se il sensore (che si piazza nella seduta) continua a rilevare la presenza del piccolo passeggero a bordo, ti viene mandata anche una notifica tramite applicazione, che ti richiede di confermare di aver preso il piccolo con te.

Se questo avviso di conferma non viene selezionato, il sistema anti abbandono dopo 5 minuti invia un sms ai contatti di emergenza memorizzati nell’applicazione dedicata, con le informazioni necessarie alla geolocalizzazione. Questo, nota bene, avviene sia che lo smartphone sia in tasca o nella tua borsa, sia che tu l’abbia lasciato in auto senza accorgertene.

Un ultima nota di merito a favore di questo sensore anti abbandono è che dispone di un display di monitoraggio che si inserisce nella presa di servizio. Questo, in sinergia con l’app dedicata, ti fornisce informazioni anche circa il corretto posizionamento del bambino, segnalandoti con un avviso sonoro se il piccolo passeggero non è ben posizionato e legato sul seggiolino.

In Offerta
Dispositivo anti abbandono Steelmate Baby Bell |...
  • Dispositivo anti abbandono con certificazione a norma del DM 122 2/10/2019 in...
  • Universale: adatto a tutti i tipi di seggiolini in commercio e senza impatto...
  • Compatibile con tutte le auto, incluse quelle con Start & Stop; non compatibile...

6. Inglesina Ally Pad

  • sensore da piazzare nella seduta
  • sfoderabile, lavabile
  • 29 x 0,2 x 18,5 cm, 100 g
  • app disponibile per iOS e Android
  • notifica + sms ai contatti con informazioni di geolocalizzazione
  • presenta problemi di compatibilità con alcuni modelli di smartphone Android

Infine se hai acquistato un seggiolino Inglesina, c’è un sensore anti abbandono specifico ideato dalla casa produttrice che è compatibile con tutti i modelli. Si tratta, peraltro, di un pad sfoderabile e lavabile da piazzare nella seduta, garantendo il massimo del comfort e dell’igiene per il piccolo passeggero.

L’app dedicata, disponibile sia per iOS che per Android, permette di accedere a un numero illimitato di account, così che tutta la famiglia possa monitorare la sicurezza del bambino durante il tragitto. Come nei casi precedenti, l’app avvisa il conducente con una notifica e un allarme sonoro che il bambino è ancora a bordo quando si allontana di 10-20 metri dal veicolo. In caso di mancata risposta, l’app invia un SMS ai contatti di emergenza geolocalizzando il veicolo.

Si tratta, quindi, di un dispositivo anti abbandono valido? Sicuramente sì, specialmente se abbinato a un seggiolino Inglesina. Tuttavia, devo farti presente una piccola pecca di questo sistema anti abbandono. Gli utenti, infatti, hanno riscontrato alcuni problemi di compatibilità e di abbinamento bluetooth con certi modelli di cellulari. Più nello specifico, sembra che si faccia fatica ad abbinare a questo sensore anti abbandono ASUS Zenphone, Huawei P8 Lite, Huawei P9 Lite, Huawei P20 Lite e Xiaomi Mi 6. Se il tuo smartphone è tra questi, perciò, forse conviene scegliere un modello diverso.

Inglesina Ally Pad, Dispositivo Anti-Abbandono,...
  • Avvisa l’utilizzatore, con un allarme visivo e sonoro sullo smartphone, nel...
  • In caso di mancata risposta, l'App invia un SMS ai contatti di emergenza...
  • Segue la crescita del bambino passando dall’ovetto ai seggiolini più grandi...

Come scegliere il dispositivo antiabbandono

Il dispositivo anti abbandono a volte è un vero e proprio salvavita, eppure la sua tecnologia non è particolarmente complessa. Anzi, come abbiamo visto, il mercato offre soluzioni sicure per tutte le esigenze e per tutte le tasche. A cosa badare, allora, nello sceglierlo? Qui di seguito ti riassumo le caratteristiche secondo me più importanti da tenere presenti quando scegli un sistema anti abbandono per auto.

1. Sicurezza

Un primo elemento che garantisce la sicurezza del dispositivo anti abbandono è senz’altro la dichiarazione di conformità rilasciata dal costruttore. Infatti, anche se la Legge Salvabebè non prevede che l’anti abbandono per auto sia sottoposto a un’omologazione, richiede che i produttori forniscano tutto il materiale documentario relativo a ciascun modello immesso in commercio.

Un secondo elemento fondamentale è, per i modelli a batteria, una batteria di lunghissima durata e la presenza di indicatori acustici, luminosi o integrati nell’applicazione che indichino quando è il momento di ricaricare o sostituire il sistema di alimentazione.

Il terzo elemento, naturalmente, è dato dal sistema degli allarmi, di cui ti parlo subito di seguito.

2. Allarmi e funzioni intelligenti

Il dispositivo anti abbandono ha, quantomeno nelle sue versioni più recenti, tre livelli di allarme.

Un primo allarme è quello che scatta quando il conducente si allontana dal veicolo di almeno 10 metri mentre il sensore rileva la presenza del bambino a bordo del seggiolino. Ad avvisare il conducente può essere una notifica sullo smartphone tramite app dedicata, oppure un segnale luminoso o sonoro proveniente da un dispositivo associato al sistema anti abbandono che si attacca alle chiavi dell’auto. Il segnale, comunque, non cessa finché il conducente non lo disattiva manualmente.

Il secondo allarme, qualora il primo sia stato ignorato dal conducente, prevede l’invio di una chiamata al suo telefono tramite centralino.

Se il conducente non risponde, si attiva un allarme di terzo livello, che prevede la chiamata del centralino o del sistema ai numeri di emergenza salvati.

Ora, questi 3 livelli di allarme sono sempre presenti, ma la loro efficacia può essere variabile. Dunque a rendere più sicuro il dispositivo anti abbandono è la presenza di alcune caratteristiche aggiuntive molto furbe, come ad esempio:

  • La possibilità di utilizzare reti di emergenza e altre modalità di comunicazione con il conducente o i contatti di emergenza anche qualora non ci sia segnale;
  • La possibilità per più utenti, come ad esempio entrambi i genitori o i genitori e i nonni, di monitorare la stessa applicazione;
  • La possibilità di inviare informazioni sulla geolocalizzazione del dispositivo, in modo da poter individuare più rapidamente la macchina con il bambino a bordo e intervenite con la massima tempestività;
  • Una rilevazione in tempo reale della posizione del bambino sul seggiolino, della sua temperatura corporea e dei parametri vitali rilevanti, utile per i genitori durante il tragitto ma anche per gli eventuali soccorritori nel caso peggiore.

3. Applicazione per smartphone, tablet e pc

Dato che la maggior parte dei modelli di sistema anti abbandono sono controllati da remoto e si associano allo smartphone tramite bluetooth, è fondamentale che la app con cui si usano sia facile, intuitiva e sempre aggiornata.

Inoltre, non è male che possano accedervi più utenti in tempo reale, monitorando la posizione del bambino e controllando che non sia stato lasciato in auto per errore.

4. Sensore

Esistono diversi tipi di sensore nel dispositivo anti abbandono: possono essere cuscinetti, oppure pad da piazzare nella seduta. Fondamentale, comunque, è che sia comodo, morbido e non ingombrante, per non forzare il bambino ad assumere una posizione scomoda o innaturale. In alternativa, il sistema anti abbandono può anche essere costituito da una clip da fissare agli spallacci del seggiolino e che rileva da lì la presenza del passeggero a bordo.

L’attivazione del sensore può essere automatica o manuale. Personalmente, mi sentirei di consigliarti la prima soluzione: è infatti la più sicura, perché il dispositivo anti abbandono entra in funzione per conto suo a prescindere che tu ricordi o meno di attivarlo.

Antiabbandono per auto: FAQ

1. Come funzionano un sistema anti abbandono?

Si tratta di un sistema composto di un sensore e di un insieme di elementi che fanno partire degli allarmi visivi, sonori e aptici. Nello specifico, gli allarmi si attivano se il sensore rileva che il piccolo passeggero è ancora a bordo dell’auto quando il conducente si allontana.

Questi allarmi possono allertare direttamente il conducente attraverso un segnale visivo o acustico o una notifica sullo smartphone. I modelli digitali più avanzati di dispositivo anti abbandono, però, fanno ancora di più, inviando una notifica o una chiamata dal centralino ai numeri di emergenza memorizzati, mandando anche ai contatti allertati informazioni in tempo reale sulla posizione del veicolo, affinché il bambino sia trovato e tirato fuori dall’auto il prima possibile, minimizzando i rischi.

2. I seggiolini per auto sono già dotati di questo sistema, o devo comprarlo a parte?

Purtroppo, è abbastanza raro che i seggiolini, anche quelli per le fasce di omologazione 0+ e 1, dispongano di un sensore anti abbandono integrato. Questa caratteristica, infatti, si trova tendenzialmente solo nei migliori modelli di fascia medio-alta, e nemmeno sempre.

Perciò, ti consiglio di controllare sempre molto bene se il seggiolino che stai valutando di acquistare ne dispone. Metti in conto, però, che il sistema anti abbandono sarà probabilmente un acquisto extra da fare per essere in regola e viaggiare sicuri.

3. Esistono delle agevolazioni per chi compra un dispositivo anti abbandono?

In effetti, sì. Se devi acquistare un dispositivo anti abbandono, puoi richiedere un bonus statale. Per farlo, devi registrarti con le tue credenziali SPID sulla piattaforma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Lì potrai richiedere l’erogazione del bonus come genitore o qualora tu sia il tutore legale di un minore di età inferiore ai 4 anni.

L’ammontare del bonus è di 30 € e deve essere utilizzato entro 30 giorni dall’erogazione, pena l’annullamento. Sulla stessa piattaforma puoi trovare anche una lista di strutture, esercenti ed enti dove potrai utilizzarlo: qui potrai facilmente individuare quelle più vicine a te dove acquistare subito il dispositivo anti abbandono.

Dispositivi anti abbandono più venduti

Cosa ne pensano i lettori:
[Total: 2]

Novità: nel nostro canale Telegram puoi trovare accessori per auto e moto scontati fino all'80%. Unisciti subito anche tu per non perderti le prossime occasioni!

Unisciti su Telegram

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.