Miglior liquido / olio freni DOT 4: Opinioni e Prezzi

Una corretta e periodica manutenzione aiuta ad avere un’auto efficiente e affidabile per viaggiare in totale sicurezza. Tra le varie operazioni di controllo e di sostituzione da eseguire regolarmente c’è quella del liquido freni che deve essere eseguita frequentemente per evitare brutti inconvenienti alla vettura.  In questo senso, acquistare un olio freni DOT 4 di qualità, è sicuramente il primo passo da fare per procedere in modo corretto verso la sostituzione.

In questo articolo ti riporterò i migliori prodotti e alcuni consigli per mantenere sempre in forma e al massimo delle prestazioni l’impianto frenante della tua auto.

Cos’è il liquido freni e a cosa serve?

Prima di andare al dunque, vediamo cos’è un liquido freni e perché è fondamentale per il giusto funzionamento dell’auto. L’olio freni è un fluido che non si può comprimere e che serve a trasmettere la forza che si applica sul pedale frenante direttamente sulle pastiglie in modo da rallentare o frenare le ruote dell’auto il più velocemente possibile. Proprio per questo motivo è fondamentale accertarsi che questo processo avvenga sempre in modo corretto e che non ci siano mai problemi nella frenata. Bisogna fare molta attenzione perché l’olio freni è un liquido molto corrosivo è può essere pericoloso da maneggiare per chi non è un esperto.

In commercio esistono tantissimi tipi di olio freni e il fluido freni DOT 4 è quello più comune ed utilizzato. Si tratta di un liquido glicolico che ha come punto di ebollizioni minimo 230° C. La differenza tra i vari oli che esistono è proprio la base (che può essere glicolica o siliconica) e il punto di ebollizione. Vediamo, oltre l’olio DOT 4 quali altri oli esistono:

  • olio DOT 3: olio glicolico con punto di ebollizione a 205° C;
  • olio DOT 5: olio siliconico con punto di ebollizione a 250° C;
  • olio DOT 5.1: olio glicolico con punto di ebollizione 260° C;
  • olio DOT 6.1: olio con punto di ebollizione 315° C (adatto alle vetture per competizioni).

Quando sostituire il liquido dei freni

In genere non esiste un’indicazione precisa riguardante il periodo specifico per cambiare l’olio dell’impianto frenante, ma sarebbe opportuno controllare che tutto sia regolare durante la periodica manutenzione dell’auto e cambiarlo quando si ritiene più opportuno. C’è chi pensa che è bene sostituire il liquido freni ogni due anni oppure ogni 60.000 km percorsi circa (dai 40 agli 80 mila in generale). A volte sono le case costruttrici stesse a prescrivere la sostituzione del fluido freni ogni 2 anni (1 anno se si tratta di uso intenso dei freni o di climi molto umidi) o ogni tot di chilometri: in questi casi è doveroso seguire le indicazioni riportate sul manuale d’uso delle nostre auto.

Spesso è un fattore dimenticato dagli automobilisti e si procede al cambio solamente nel momento in cui si presentano problemi e guasti. Ad esempio bisogna ricorrere alla sostituzione dell’olio freni quando si abbassa il livello del liquido e si accende sul quadro la tanto temuta spia.

Il controllo durante la revisione biennale è comunque importante e sarà compito del meccanico decide se procedere con il rabbocco o con la sostituzione totale senza per forza andare incontro a delle problematiche, anche gravi.

Qual è la spia del liquido freni?

Come per qualsiasi altro componente importante di un’auto, anche per il liquido dell’impianto frenante esiste una spia dedicata. Si tratta della spia rossa indicata da un punto esclamativo all’interno di un cerchio contenuto tra due parentesi. Ovviamente quando la spia è accesa (in alcune auto può presentarsi nel colore giallo ambrato) bisogna portare immediatamente l’auto dal meccanico più vicino per evitare gravi danni.

spia liquido freni

Quali sono le cause dell’abbassamento del livello liquido freni?

L’intero impianto frenante è un circuito che non consente la perdita del fluido freni perché è perfettamente sigillato. I motivi che causano l’abbassamento del livello del liquido dei freni possono essere tanti e le due più probabili sono:

  • perdite dovute alla rottura dei tubi dove il liquido è in circolo;
  • pastiglie usurate dal tempo: capita che con il tempo le pastiglie riducono il loro spessore richiedendo durante la frenata l’impiego di più liquido per poter fermare l’auto.

Classifica del miglior liquido / olio freni DOT 4

Si sa, spesso si tende a comprare il liquido freni DOT 4 che economicamente conviene di più. Oltre alla convenienza, però, è importante prestare attenzione anche ad altre caratteristiche che non solo permettono di avere un’auto sempre efficiente e sicura, ma che consentono anche di risparmiare nel tempo evitando danni e riducendo i costi di manutenzione. È fondamentale, quindi, non accontentarsi di un prodotto qualsiasi, ma di fare affidamento a prodotti di qualità dalle altre prestazioni. Per venirti in soccorso in questo senso, ecco che di seguito abbiamo stilato una classifica dei migliori liquidi freni DOT 4 dove potrai scegliere quello che più fa a caso tuo. Ricorda che è sempre una buona idea farti consigliare dal tuo meccanico di fiducia.

1. Castrol 15036B DOT 4

Castrol 15036B Dot 4 - Fluido freni 1 l

Il liquido freni Castrol 15036B DOT 4 è un olio sintetico, con un punto di ebollizione molto alto, miscelato con una formula a base di glicole polialchenico insieme ad esteri borati e additivi dalle altissime prestazioni. È considerato uno dei migliori oli freni DOT 4 grazie alla protezione che fornisce al sistema frenante dalla corrosione che solitamente avviene in presenza di temperature altissime. Anche il fenomeno del vapour lock viene ridotto al minimo grazie alla sua formula fatta di additivi studiati appositamente per inibire l’evaporazione. Il Castrol 15036B DOT 4 vanta anche di ottime qualità che lo rendono perfetto per qualsiasi tipo di impianto frenante, anche per quelli sottoposti a condizioni più estreme.

2. Motul RBF660 DOT 4

MOTUL rbf 660 Racing Brake Fluid 0,5L

Il Motul RBF660 è un olio freni DOT 4 efficiente, versatile ed efficace per tutti gli impianti frenanti che necessitano un fluido sintetico e senza silicone. È un ottimo prodotto che resiste a temperature altissime anche quelle generate dalle vetture da competizione. Può essere quindi utilizzato per freni in ceramica, in carbonio, freni con dischi in acciaio e per i comandi idraulici delle frizioni. Viene messo nella classifica dei migliori liquidi freni DOT 4 perché mantiene la sua efficacia nel tempo anche se si tratta di freni sottoposti alle condizioni più estreme. Il suo punto di ebollizione è di 325° C e grazie a ciò è un olio molto resistente.

3. Bosch 1987479107 DOT 4

Bosch Liquido Freni DOT 4, 1 L

L’olio freni BOSCH 1987479107 è posto nella classifica dei migliori liquidi freni DOT 4 per le sue potentissime prestazioni. Contiene additivi che proteggono dalla corrosione e consentono una lubrificazione costante, anche dopo tanto tempo. Questi elementi, insieme alla resistenza alle alte temperature, garantiscono proprio la durata nel tempo mantenendo sempre la stessa efficienza e la massima sicurezza. Questo fluido soddisfa tutti i requisiti tecnici per aggiudicarsi un posto nella classifica e per essere considerato un buon prodotto per tutti i tipi di impianti frenanti. Un punto a suo favore è dato anche dalla sua consistenza e viscosità che lo rende ideale anche per le vetture elaborate con sistemi di frenatura elettronici.

In Offerta
Bosch Liquido Freni DOT 4, 1 L
  • Il fluido DOT4 è compatibile con le recenti...
  • Buona resistenza al calore

4. Bardahl Brake Fluid DOT 4

Bardahl Liquido freni 250ml dot4

Il Bardahl Brake Fluid DOT 4 è un fluido sintetico adatto a veicoli che richiedono oli per impianti frenanti con prestazioni FMVSS 116 DOT 3 e DOT 4. Si tratta di un prodotto abbastanza valido con un punto di ebollizione molto alto. Questo fattore permette di avere un’elevata efficienza per tutti gli impianti frenanti anche quelli sottoposti a condizioni più estreme. Un punto a suo favore è, inoltre, la sua formula elaborata con l’aggiunta di additivi che contrastano la ruggine, la corrosione e la perdita di efficacia data dalle basse temperature invernali. È un fluido davvero ottimo e degno di un posto nella classifica del miglior liquido freni DOT 4.

Bardahl Liquido freni 250ml dot4
  • OLIO FRENI BARDAHL DOT 4 250ML

5. ATE SL DOT 4

Ate - liquido freni SL DOT4, 1000 ml

Ad aggiudicarsi un posto nella classifica dei migliori liquidi freni DOT 4 è il fluido ATE SL DOT 4. Si tratta di un olio che ha tutte le carte in regola per soddisfare gli standard tecnici e tutte le norme giuridiche. Può essere miscelato ad altri oli per migliorare ancor di più le sue prestazioni (è sempre meglio chiedere, però, consiglio ad un esperto) e il suo punto minimo di ebollizione a secco è di 260° C, mentre quello a umido è di 165° C (minimo).  Anche qui abbiamo una miscela di polietilene glicole ed etere di acido borico con additivi che contrastano la corrosione e l’invecchiamento del fluido stesso.

In Offerta
Ate - liquido freni SL DOT4, 1000 ml
  • Soddisfa e supera le norme legali: FMVSS 116- DOT...
  • Miscelabile con altri liquidi per freni.

6. Repsol DOT 4

Repsol DOT 4 1kg Olio Liquido Freni per Tutti i Tipi di...

Il Repsol DOT 4 è un liquido freni che non ha niente da invidiare ad altri oli DOT 4. Dall’ottima qualità prezzo è un fluido che rispetta le specifiche SAE J1703 ed ha un punto di ebollizione minimo di 266° C. Anche questo ha tutte le carte in regola per poter essere mischiato con altri oli adatti. Anche qui abbiamo una formula che consente di mantenere in salute e in sicurezza l’impianto frenante della tua auto e che contrasta la corrosione delle parti metalliche e dei tubi con cui viene a stretto contatto. Grazie a tutte queste specifiche tecniche l’olio Repsol DOT 4 può tranquillamente far parte della classifica dei miglior fluidi freni DOT 4.

7. Motul Brake Fluid DOT 3 & 4

Liquido Freni MOTUL DOT3/DOT4 500 ML

Ancora una volta in classifica troviamo un fluido freni del marchio Motul. In questo caso si tratta di un olio, come esplicitamente inciso sulla confezione, DOT 3 & 4. Ciò grazie alla sua formula che lo rende versatile e utile per qualsiasi tipo di impianto frenante partendo da quelli meno usati a quelli che vengono spinti ad utilizzi più estremi. Anche qui si tratta di un fluido 100% sintetico omologato da tantissimi produttori. Il punto minimo di ebollizione in questo caso è di 245 ° C e promette di mantenere la sua efficienza nel tempo. La formula è studiata per evitare corrosioni e per durare anche fino a 24 mesi sempre con le stesse qualità e prestazioni.

Differenza tra olio freni DOT 3 e DOT 4

I liquidi che sembrano avere uguali caratteristiche, ma che in realtà sono molto diversi tra di loro sono l’olio DOT 4 e il DOT 3. Spesso chi deve comprare un fluido per l’impianto frenante si chiede quali sono le differenze tra i due appena citati e perché uno è molto più costoso dell’altro. La prima caratteristica che salta subito all’occhio è, infatti, proprio la differenza di prezzo: il DOT 4 costa molto più rispetto al DOT 3 e proprio per l’aspetto economico spesso ci si chiede se è possibile sostituire l’uno con l’altro. La risposta è che un olio freni DOT 4 può sostituire un olio freni DOT 3 ma non viceversa.

Altra differenza sta nella gestione del calore da parte dei due oli: come abbiamo visto sopra, l’olio DOT 3 ha un punto di ebollizione minore rispetto all’olio DOT 4 e proprio per questo motivo il primo non può mai sostituire il secondo per evitare un guasto ai freni in situazioni in cui viene prodotto molto calore (strade dissestate e difficili da percorrere). Inoltre, oltre ad avere una texture più viscosa rispetto il DOT3, il DOT4 assorbe meno acqua mantenendo la sua fluidità anche a temperature elevate.

In sostanza è sempre bene seguire le indicazioni di un meccanico esperto e attenersi alle specifiche riportate dal costruttore sul tappo della vaschetta evitando il rischio di danneggiare l’intero impianto frenante dell’auto.

Cosa succede se mescolo olio freni DOT 4 e 5.1?

Si tratta di due oli organici che si possono tranquillamente miscelare tra di loro (mai, invece miscelare un DOT 4 con un DOT 5) tenendo conto del fatto che il primo ha un punto di ebollizione minore rispetto il secondo e che, inoltre l’assorbimento dell’acqua è diverso. Un fluido freni DOT 5.1 è più adatto a vetture di competizione impiegate ad alta velocità, ma è un fluido che deve essere sostituito più frequentemente rispetto a un liquido freni DOT 4. Prima di prendere una decisione è sempre bene consultarsi con un esperto che saprà sicuramente agire nel modo giusto.

Quali sono le marche più vendute?

In commercio esistono tantissimi tipi e tantissime marche di olio freni DOT 4. Per questo motivo la scelta può essere davvero molto difficile e spesso capita di comprare il primo liquido DOT 4 tra quelli più economici. Tra le marche più conosciute e più vendute ci sono: Castrol, Motul, OurLeeme, Brembo, Continental Reifen Deutschland, Repsol S. A., PEMCO, Robert Bosch, Viskoil, TAMOIL, Valeo, Febi Pan EU, Kkmoon, Innislink, Bosch, AREXONS, Bardahl, LIQUI MOLY, ATE, Octopus Concept. Queste sono solo alcune delle marche più conosciute di olio DOT 4, non per niente molte di loro le hai trovate nella mia classifica del miglior liquido/olio freni DOT 4.

Conclusione

Avete appena visto la classifica dei migliori liquidi per impianti frenanti DOT 4. È sempre raccomandato affidarsi ad un esperto per evitare gravi problemi ai veicoli e a chi maneggia i prodotti. Fatte le giuste premesse e presi in considerazioni i vari liquidi, buona scelta!

Liquidi freni DOT 4 più venduti

Cosa ne pensano i lettori:
[Total: 3]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.