Miglior Cric Idraulico a Bottiglia: Scelta, Opinioni e Prezzi

Sei alla ricerca di un cric idraulico a bottiglia? Allora ti consiglio di leggere la mia guida all’acquisto!

Il cric a bottiglia è pensato e per affrontare situazioni in cui la forza di un normale cric per auto a pantografo non è sufficiente. Peso elevato, spazi ristretti, persino veicoli alti come SUV, camper e camion; il cric a bottiglia ha bisogno di meno spazio e può spingersi ad altezze considerevoli, il tutto mentre si movimenta una quantità impressionante di peso. Devi cambiare le pastiglie dei freni dell’auto o del fuoristrada, oppure devi sostituire la gomma del furgone? Allora la soluzione migliore è quella di utilizzare il cric a bottiglia, un dispositivo poco costoso che unisce la potenza alla praticità, e che permette di risparmiare sia tempo che fatica.

Che cos’è il cric a bottiglia?

Il cric a bottiglia è senza dubbio una delle tipologie migliori si tutti i cric per auto. Oltre ad essere semplicissimo da usare, il martinetto a bottiglia è dotato di una capacità di sollevamento veramente elevata, solitamente si aggira sulle 20 tonnellate ma può raggiungere addirittura le 50 tonnellate. Tali valori rendono questo strumento la soluzione ideale per sollevare veicoli o attrezzature varie sia nel settore privato che in quello professionale. Quindi, oltre a tenerlo a portata di mano sul proprio veicolo per eventuali situazioni di emergenza, un cric a bottiglia è molto comune anche all’interno di officine meccaniche, carrozzieri o garage dove si svolgono operazioni di manutenzione e riparazioni giornaliere.

Il funzionamento a sistema idraulico è molto simile ai cric a carrello professionali, anch’essi molto comuni nelle officine meccaniche. Le differenze sostanziali tra le due topologie è più che altro dettata dalla struttura costruttiva e dall’ingombro; la variante a bottiglia è priva di ruote ed è dotata di una struttura leggera e poco ingombrante. Le dimensioni medie sono infatti di 12,5 x 11 x 22,5 cm per un peso di 6 kg, valori che ne agevolano il trasporto anche all’interno di abitacoli o bagagliai poco spaziosi.

Cric idraulici a bottiglia più venduti

Come funziona il cric idraulico a bottiglia?

Come appena accennato, il martinetto a bottiglia è uno strumento in grado sollevare carichi anche molto pensati, il tutto utilizzando la forza della pressione idraulica. L’azione di sollevamento viene gestita tramite una leva. Quando questa viene tirata verso l’alto, l’olio viene aspirato all’interno del cilindro della pompa. Quando invece viene premuta, il liquido viene pompato all’interno di un altro cilindro. Questo sistema crea una pressione molto elevata e, con il continuo pompaggio dell’olio, il pistone si alza in maniera graduale, sollevando il carico poggiato sopra di esso.

Ma cosa succede se si prova a sollevare in peso superiore al carico massimo sopportato? Quasi tutti i cric a bottiglia sono dotati di un dispositivo di sicurezza che funziona da limitatore di carico, costituito da una valvola di regolazione della pressione. Tale valvola, fa sì che la pressione interna al circuito idraulico non possa superare il valore di taratura massimo consentito, impedendo quindi il sollevamento di un peso superiore a quello per cui è stato progettato. Riguardo ancora alla sicurezza, tieni presente che moltissimi cric sono dotati di un punzone con rigatura progettato per massimizzare l’attrito e la presa. In caso quest’ultimo non venisse fornito in dotazione assieme al cric, è possibile acquistarlo separatamente.

Come ricaricare un cric idraulico a bottiglia?

Mettere l’olio in un cric idraulico è un operazione molto semplice e intuitiva. La tipologia a bottiglia è dotata di un pistone che si muove in senso verticale, prima di procedere con l’operazione è quindi bene accertarsi che il pistone sia completamente abbassato. Per far ciò è sufficiente ruotare la valvola di rilascio in senso antiorario. Una volta fatto, è necessario trovare il foro per l’inserimento dell’olio che, nella maggior parte dei casi, è costituito da un tappo o una vite posta poco sotto alla metà del serbatoio. Dopo aver tolto il tappo o svitato la vite, non bisogna far altro che versare l’olio fino a quando quest’ultimo non arriva a circa 3 mm sotto al foro. Tutto qua, il cric è ora pronto per essere utilizzato. PS: ricordati di rimettere il tappo o la vite dedite alla chiusura del foro!

Classifica dei migliori cric idraulici a bottiglia [Recensioni]

1. Cric a bottiglia Goodyear GOD1254 – 3 Ton

Ho deciso di iniziare la classifica con questo cric idraulico a bottiglia delle Goodyear. Si tratta di un dispositivo perfetto per essere utilizzato con veicoli non eccessivamente pesanti come i SUV e le normali automobili.

Goodyear GOD1254 Martinetto idraulico Jack bottiglia 3...
  • Martinetto idraulico Jack bottiglia progettato per...
  • La struttura in metallo pesante solleva con...
  • Portata max: 3000 kg
  • Altezza massima pistone: 39 cm
  • Altezza minima del veicolo: 19,1 cm
  • Dimensioni: 20.5 x 10 x 11 cm

Il Goodyear GOD1254 è caratterizzato da una struttura dalla forma molto compatta ed ergonomica. Il suo minimo ingombro consente di riporlo facilmente anche nel bagagliaio di un’auto con delle dimensioni contenute. Nonostante questo, la struttura è realizzata interamente in metallo ed è in grado di sollevare con la massima facilità anche un peso di 3 tonnellate. La base di appoggio si presenta molto ampia e resistente, caratteristica indispensabile per avere una stabilità impeccabile durante l’operazione di sollevamento. Il Goodyear GOD1254 è in grado di sollevare da 19,1 fino a un massimo di 39 cm.

Pensi che 3 tonnellate siano troppe per l’utilizzo che devi farne? Allora puoi valutare anche la versione da 2 tonnellate, un valore che ti consente comunque di sollevare nella massima comodità praticamente tutti i tipi di automobili!

2. Crick idraulico Einhelll BTHJ 5000 – 5 Ton

Passiamo adesso ad un cric a bottiglia un po più potente ma acquistabile ad un prezzo più che concorrenziale. Questo cric a bottiglia da 5 tonnellate è un’altra ottima soluzione in caso dovessi essere alla ricerca di un martinetto da utilizzare per sollevare veicoli come auto e SUV oppure materiali e attrezzature pesanti.

  • Portata max: 5000 kg
  • Altezza massima pistone: 41,3 cm
  • Altezza minima del veicolo: 20 cm
  • Dimensioni: 22.5 x 11 x 12,5 cm

Ideale sia per esser utilizzato in situazioni di emergenza che nel proprio garage di casa per svolgere operazioni di manutenzione al veicolo, il cric Einhell BTHJ 5000 è dotato di una struttura stabile, compatta e poco ingombrante. Si tratta quindi di un modello di media potenza ma comunque facilmente trasportabile all’interno del baule del proprio mezzo di trasporto. L’altezza di sollevamento parte da un minimo di 21,6 cm e, con il pistone completamente esteso e il supporto superiore svitato, si può arrivare a ben 41,3 cm. Per ultimo, ci tengo a segnalarti la presenza della valvola di sicurezza integrata per la protezione da un eventuale sovraccarico di peso.

3. Cric a pistone idraulico Intec 41060

Altro giro, altra corsa! Vediamo adesso un modello ancora un po più potente, in grado di sollevare un peso di 6 tonnellate. Con questo modello ci stiamo spostando man mano verso i cric idraulici dediti al sollevamento di mezzi abbastanza pesanti, come camper e caravan. Ovviamente, ciò non toglie che possa essere utilizzato anche con SUV o auto che dispongono di un’altezza necessaria, oppure per sollevare attrezzi dal peso consistente.

Intec 410600 Sollevatore Idraulico a Bottiglia da 6 ton
  • Sollevatore idraulico a bottiglia da 6 ton. con...
  • Portata 6 ton.
  • Portata max: 6000 kg
  • Altezza massima pistone: 38,2 cm
  • Altezza minima del veicolo: 19,7 cm
  • Dimensioni: 20 x 12 x 12 cm

Il Intec 410600 è un cric a bottiglia dotato di una struttura molto solida, resistente e rifinita in tutti i dettagli. Si tratta quindi di uno strumento di elevata qualità e, purtroppo, questa caratteristica incide sul prezzo, rendendo questo cric leggermente più costoso rispetto agli altri modelli con la stessa portata. Dal punto di vista costruttivo, la struttura rientra ancora nella tipologia “poco ingombrante” e quindi facilmente trasportabile all’interno del proprio veicolo. L’altezza di sollevamento varia da un minimo di 19,7 cm fino a un massimo di 38,2 cm (con la vite aperta al massimo). La vite ha infatti un’escursione di 60 mm e il pistone ha una corsa totale di 125 mm.

4. Martinetto Cric idraulico Silverline 598558 – 10 Ton

Quando il gioco s fa duro, i duri iniziano a giocare! Ed è qui che entra in campo il Silverline 598558, un martinetto idraulico a bottiglia con una potenza di 10 tonnellate. Come puoi ben immaginare, questo valore è sufficiente per sollevare la maggior parte dei mezzi pesanti, compresi camion e trattori.

Silverline 598558 - Martinetto Idraulico, 10 TON
  • Struttura solida in acciaio, impugnatura da...
  • Cric idraulico a bottiglia robusto, stabile e...
  • Portata max: 10000 kg
  • Altezza massima pistone: 39 cm
  • Altezza minima del veicolo: 20,5 cm
  • Dimensioni: 28 x 14 x 18,5 cm

Ci troviamo dinanzi a un altro cric a bottiglia robusto, stabile e sicuro. La struttura realizzata interamente in acciaio verniciato, l’ottima base di appoggio conferisce un’elevata stabilità e affidabilità. L’altezza di sollevamento parte da un minimo di 20,5 cm fino a un massimo di 30,9 cm. Nonostante l’elevata potenza, le dimensioni sono comunque più che accettabili, questo anche dal punto di vista del peso il quale è di soli 5,8 Kg. Ovviamente non può mancare la valvola di sovraccarico che impedisce il sollevamento di pesi che superano il massimo consentito dalla casa costruttrice. Nel complesso si tratta di un modello molto potente e acquistabile ad un prezzo molto concorrenziale.

5. Cric a bottiglia professionale Led Leds – 20 Ton

Stai cercando un cric idraulico a bottiglia estremamente potente e che sia in grado di sollevare mezzi pesanti? Bene, il cric a bottiglia Lede Leds da 20 tonnellate offre un livello di potenza veramente notevole. Quando si parla dei martinetti a bottiglia per impieghi gravosi, questo modello a singolo pistone rientra sicuramente tra i migliori cric che puoi trovare in commercio.

  • Portata max: 20000 kg
  • Altezza massima pistone: 38 cm
  • Dimensioni: 23.5 x 13 x 13 cm

La sua struttura in acciaio verniciato è stata realizzata per resistere a pesi considerevoli e per consentire di sollevare veicoli pesanti in pochissimo tempo e con il minimo sforzo. Come hai avuto modo di intuire, questo modello è la scelta ideale per chi è alla ricerca di un cric in grado di sollevare mezzi di trasporto molto pesanti come camion e trattori. Nonostante questo, le sue dimensioni non sono eccessivamente ingombranti, il peso di circa 8 Kg è un valore più che accettabile per un cric a bottiglia di questo calibro. Sulla parte superiore della struttura è presente una comoda maniglia per il trasporto, potrai quindi movimentarlo senza la minima fatica. L’asta fornita in dotazione ha una lunghezza di ben 33 cm ed è composta da due sezioni, anche in questo caso l’ingombro complessivo è ridotto al minimo indispensabile. Sulla parte del pistone è presente uno stelo scanalato con un diametro di circa 5 cm il quale consente una presa ottimale e antiscivolo. Dal punto di vista della manutenzione, il rabbocco dell’olio può essere effettuato tramite l’apposito tappo svitabile.

6. Cric a bottiglia pneumatico BuoQua – 3 Ton

Nonostante questa guida sia incentrata sui cric a bottiglia idraulici, ho deciso comunque di riportarti questo interessantissimo cric di tipo pneumatico.

BuoQua 3Ton Martinetto Pneumatico con 3 Aria Stampa...
  • Peso Massimo / Altezza: 6600Lbs / 15.75Inches:...
  • Costruzione Pesante: Il cric pneumatico è fatto...
  • Portata max: 3000 kg
  • Altezza raggiungibile: 40 cm
  • Altezza minima del veicolo: 15 cm

Dal punto di vista strutturale, un cric pneumatico rientra comunque nella categoria a bottiglia. La differenza sostanziale è quella che l suo funzionamento non richiede nessun tipo di sforzo fisico. E’ infatti sufficiente collegare il compressore per far si che il martinetto sia pronto all’operazione di sollevamento. Ovviamente, questa tipologia è indicata per essere utilizzata nel settore professionale, questo perché il suo funzionamento necessita l’utilizzo di compressori con una potenza nettamente superiore rispetto a quelli portatili. Passando alle caratteristiche tecniche del modello in oggetto, il cricchetto pneumatico a tre cuscini d’aria BuoQua è indicato soprattutto per il sollevamento di qualsiasi tipo di auto, partendo da quelle familiari fino ad arrivare ai SUV e ai minivan. La sua potenza di sollevamento è di 3 tonnellate e l’altezza raggiungibile varia da 15 fino a 40 cm. Sulla parte frontale della struttura sono presenti delle ruote e una pratica asta con cui è possibile manovrarlo agevolmente. Personalmente lo trovo estremamente valido per effettuare la sostituzione delle gomme o altri interventi di manutenzione del veicolo all’interno del proprio garage di casa. Ricordati sempre di utilizzare degli appositi cavalletti di sostegno una volta sollevato il veicolo con il cric!

Come scegliere un cric idraulico a bottiglia

1. Capacità di carico

I martinetti a bottiglia sono disponibili con moltissime capacità di carico differenti. Ovviamente, non è necessario acquistare un martinetto da 20 tonnellate per sollevare un SUV di medie dimensioni. Lo stesso discorso vale anche al contrario, cioè bisogna sempre prestare attenzione a non utilizzare un martinetto con una potenza massima inferiore al peso complessivo del veicolo. In linea generale, un cric idraulico da 2 tonnellate è sufficiente per sollevare la maggior parte delle berline e dei crossover compatti. Nonostante questo, i veicoli con dimensioni maggiori hanno un peso che aumenta in maniera esponenziale. Proprio per questo motivo, è sempre bene controllare sul libretto del veicolo il peso massimo del mezzo, inclusi carico e passeggeri. Una volta identificato questo valore, il mio consiglio è quello di arrotondarlo alla tonnellata successiva in modo da avere un piccolo margine di sicurezza.

2. Altezza di sollevamento

La particolare conformazione di un cric a bottiglia non gli consente di passare sotto ai veicoli più bassi. Inoltre, l’escursione è limitata dalla lunghezza del martinetto, rendendo l’altezza massima di sollevamento inferiore rispetto a quella che si può avere con un cric a carrello da officina. Un cric troppo basso potrebbe non essere in grado di raggiungere l’altezza ideale per effettuare il cambio ruota, questo soprattutto quando utilizzato con veicoli abbastanza alti come i SUV. Lo stesso discorso vale anche al contrario, cioè la struttura a bottiglia potrebbe risultare troppo alta per essere infilata sotto i veicoli molto bassi come le auto sportive. In sostanza, prima di acquistare un determinato cric a bottiglia è bene verificare che abbia delle dimensioni compatibili al veicolo con il quale andrà poi utilizzato in modo da non correre il rischio di ritrovarti con uno strumento inutilizzabile con il tuo mezzo. Tieni inoltre presente che il veicolo in caso di gomma forata si abbassa sensibilmente, di conseguenza diminuisce anche lo spazio disponibile per il posizionamento del cric.

3. Materiale costruttivo

Vuoi che il tuo cric a bottiglia duri per molto tempo? Allora prima di procedere con l’acquisto dai un occhio ai materiali costruttivi utilizzati. Personalmente, preferisco optare per i modelli realizzati in acciaio trattato termicamente; questo assicura che siano temprati per affrontare lavori abbastanza impegnativi. Evita come la peste i modelli che utilizzano plastica o altri materiali che si rompono facilmente. Ricordati che stai sollevando un peso di diverse tonnellate, un’operazione molto pericolosa e che necessita l’utilizzo di dispositivi sicuri e di qualità.

4. Stabilità

Sei rimasto bloccato sopra un terreno morbido e hai la necessità di cambiare la gomma? In questo caso è di fondamentale importanza avere a disposizione un cric a bottiglia dotato di una base di appoggio sufficientemente ampia da impedire che quest’ultimo affondi nel terreno morbido. Ti dico questo perché prima di procedere con l’acquisto, è bene prendere in considerazione quali sono le tipologie di strade che percorri giornalmente. Detto questo, ricordati che il cric (indipendentemente dalla tipologia) deve essere utilizzato solo su superfici d’appoggio piane, levigate e di durezza e resistenza adeguate.

Cosa ne pensano i lettori:
[Total: 3]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.